Controllo di gestione

Per capire veramente cosa accade in un’impresa non basta la contabilità. Serve il Controllo di Gestione.

Serve cioè quel sistema che aggrega le rilevazioni contabili (ad esempio le fatture per gli acquisti effettuati), le integra con grandezze “extracontabili”, (come il numero di ricette o di scontrini, ad esempio), le sintetizza in “indici di prestazione chiave” (anche detti KPI=Key Performance Indicators) in grado di monitorare in modo sintetico, comprensibile, efficace e significativo lo stato della farmacia.

Si tratta di un sistema fondamentale per la sua funzione di permettere al titolare di avere sempre “il polso” della propria farmacia.

La gran parte dei gestionali per farmacia ne propone uno, ma solitamente questi sistemi hanno forti limitazioni: per carenza di una salda impostazione concettuale, non selezionano correttamente i soli indici chiave, ma li presentano un po’ tutti, risultando prolissi, complicati e confusi. Inoltre non riescono a importare i dati dai sistemi di contabilità dei commercialisti, e restano quindi inevitabilmente incompleti.

Per essere realmente efficace il sistema di Controllo di Gestione deve rispettare le esigenze del farmacista: integrazione con il sistema contabile, semplicità, immediatezza, chiarezza, concretezza. Altrimenti rischia di essere un carico di lavoro aggiuntivo, anziché un aiuto nella gestione della farmacia.

I Professionisti partners dello studio MEDEA vantano una competenza specifica sui temi del Controllo di Gestione applicato alla farmacia.

Si tratta di un sistema che rende disponibile in maniera semplice ed efficace i principali indicatori che permettono al farmacista di accorgersi con immediatezza della necessità di eventuali interventi correttivi da attuare nelle vendite o negli acquisti o nella gestione in generale.